Salta al contenuto principale

Cemento abusivo in una delle perle della Calabria
Fermato uno scempio su una scogliera di Scilla

Calabria

Tempo di lettura: 
0 minuti 50 secondi

REGGIO CALABRIA – Una delle perle calabresi stava per essere devastata abusivamente dal cemento. Un’area demaniale marittima di circa 75 metri quadri è stata sequestrata senza facoltà d’uso dalla Guardia Costiera nel comune di Scilla, nella splendida località Chianalea. Si tratta di una scogliera. 

Secondo quanto comuncato, militari dell’Ufficio Locale Marittimo di Villa San Giovanni, durante un’attività ispettiva, hanno accertato che una ditta era intenta ad eseguire lavori di realizzazione di un terrazzamento con gettata di cemento senza alcuna autorizzazione amministrativa da parte del Comune di Scilla, in violazione delle norme paesaggistico-ambientali. Immediatamente l’area è stata sigillata e posta sotto sequestro preventivo senza facoltà d’uso. 

Custode dell’area è stato nominato il funzionario comunale dell’area tecnica del Comune di Scilla. Sono stati inoltre denunciati alla Procura della Repubblica di Reggio Calabria il proprietario dell’immobile retrostante che aveva commissionato i lavori e la ditta esecutrice.

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?