Salta al contenuto principale

Detenzione e porto illegali di armi
arrestato 34enne al quartiere Pellaro

Calabria

Chiudi
Apri
Tempo di lettura: 
1 minuto 27 secondi

REGGIO CALABRIA – Un uomo di 34 anni, Girolamo Latella, è stato arrestato dai Carabinieri per detenzione e porto illegale di arma e munizioni, ricettazione e detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti tipo marijuana. L'uomo, residente nel quartiere di Pellaro di Reggio Calabria, è stato sottoposto a un controllo la scorsa notte, mentre era a bordo della sua automobile in compagnia della convivente. All’interno del bagagliaio, nascosto in un sacco di juta legato alle estremità da lacci di canapa, i carabinieri hanno rinvenuto un fucile marca Beretta calibro 20 con il relativo munizionamento, 20 cartucce dello stesso calibro caricate a palla e a pallettoni. Sia l’arma che il munizionamento sono risultati rubati a Condofuri nel corso di un furto in abitazione. I militari quindi hanno esteso la perquisizione all’abitazione di Latella e a un piccolo appezzamento di terreno attiguo. In cucina, e in particolare nella credenza, i carabinieri hanno trovato un piccolo laboratorio idoneo a preparare e confezionare delle sostanze stupefacenti del tipo marijuana. Sono state sequestrate: 2 dosi di marijuana del peso complessivo di gr. 0,9, accluse in un’unica confezione, 1 trita marijuana in metallo, 1 bilancino di precisione di colore grigio, 1 confezione di cartine marca Smoking, 1 bilancino di precisione marca Diamond, funzionante, il cui piatto di pesatura era sporco dalla rimanenza di sostanza vegetale, rotolo di carta stagnola, quaderno a quadri contenente diversi nominativi accostati a cifre e la dicitura «dare» «dati» «venduta» «da dare». Tutta strumentazione che gli investigatori ritengono tecnicamente utile per il confezionamento ai fini dello spaccio della sostanza stupefacente. Latella, dichiarato in arresto, è stato condotto alla casa circondariale di Reggio, attualmente è ancora al vaglio dell’autorità giudiziaria la posizione della convivente.

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?