Salta al contenuto principale

Catanzaro, scontri forestali-polizia
bloccata la superstrada "Due Mari"

Calabria

Tempo di lettura: 
1 minuto 48 secondi

CATANZARO - Senza più alcuna pazienza gli operai Afor, del Consorzio di Bonifica, gli ex Fondo sollievo e i sorveglianti idraulici della Calabria, dalle 8:30 di questa mattina hanno protestato sotto la sede dell'assessorato all'Agricoltura e Foreste in via Molè a Catanzaro. Circa mille, la maggior parte arrivata dalla provincia di Cosenza. Verso le ore 11:00 sale la tensione, le prime spinte, la stanchezza si fa sentire e anche la rabbia per non essere stati ancora pagati, dal mese di agosto. Tre mensilità ancora all'asciutto. Gli operai aspettano all'entrata, la porta è chiusa, un gruppo di poliziotti la sorveglia. Sopra ci sono i segretari regionali di categoria Cgil, Cisl e Uil che hanno incontrato il direttore generale del dipartimento Giuseppe Zimbalatti e l'assessore Trematerra, nessuna delegazione degli operai è stata fatta salire. Ore 13:00 la tensione incomincia a prendere il sopravvento. «Traditore Scopelliti, vattene Trematerra» comincia ad alzarsi la voce degli operai, che si accalcano verso la porta. La situazione si fa più intensa. Vogliono entrare, gli spintoni aumentano accompagnati dal lancio di bottigliette d'acqua. I vetri specchiati dell'assessorato cominciano a tremare sotto i pugni dei lavoratori impazienti, ma senza alcun danno. A scatenare l'ira, la notizia portata dai segretari, che non c'è stata nessuna trattativa, solo alcune proposte assurde, quali il pagamento del primo arretrato non prima di novembre e la notizia non piacevole che la formazione da ora in poi si pagherà al cinquanta per cento. Non è quello per cui sono venuti qui oggi e lo fanno sentire subito il popolo del bosco calabrese. Vogliono parlare con Scopelliti, l'unico che può prendere determinati impegni in maniera celere. Non vogliono più aspettare loro. Alle 14:00 la gran parte degli operai ha lasciato il piazzale dell'assessorato. Gli operai si sono diretti verso la galleria Sansinato per bloccare il traffico, paventando la possibilità di bloccare l'autotrada, se non ci sarà un incontro con il presidente della giunta. Intanto Scopelliti, a Mormanno per causa delle scosse di terremoto di questa notte, fa sapere che ci sarà l'incontro alla Prefettura di Cosenza verso le ore 16:00, quindi niente più blocco autostradale.

 

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?