Salta al contenuto principale

Due prostitute vittime della violenza del branco
Tre arresti con l'accusa di stupro e rapina

Calabria

Tempo di lettura: 
0 minuti 53 secondi

REGGIO CALABRIA – Tre persone sono state arrestate da agenti della Squadra Mobile di Reggio Calabria e dei commissariati di Palmi e Gioia Tauro, perchè ritenuti responsabili, in concorso tra loro, dei reati di violenza sessuale di gruppo e rapina, ai danni di due donne extracomunitarie dedite alla prostituzione. I destinatari dell’ordinanza di applicazione di misura cautelare in regime degli arresti domiciliari, emessa dal gip del Tribunale di Reggio Calabria, Adriana Trapani, sono tre giovani incensurati, Vincenzo Filippone di 20 anni, Giuseppe Saffioti, di 19, Antonio Gangemi, di 21.

Per lo stesso reato, erano stati già eseguiti i fermi di indiziati di delitto, nei confronti di altre tre persone. Le donne vittime delle violenze, l’11 dicembre 2011, si trovavano all’interno di un un bed and breakfast, quando gli indagati, dopo essersi introdotti all’interno dell’appartamento, abusarono sessualmente, sotto la minaccia di un coltello, di una delle due. Al termine della violenza,gli indagati si impossessarono di somme di denaro consistenti in circa 1.800 euro e di svariati oggetti appartenenti alle due donne. 

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?