Salta al contenuto principale

Nuova scossa 3.2, torna la paura sul Pollino
Giovedì amministratori a Roma da Catricalà

Calabria

Tempo di lettura: 
1 minuto 48 secondi

 

COSENZA - Una scossa di terremoto è stata avvertita dalla popolazione tra i comuni di Rotonda, Laino Castello e Mormanno, tra le province di Cosenza e Potenza, al Pollino. Secondo i rilievi registrati dall’Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia l’evento sismico è stato registrato alle ore 18.07 con magnitudo 3.2. Sono in corso le verifiche da parte della Sala Situazione Italia del Dipartimento della Protezione Civile.

L'INCONTRO A ROMA. Il sottosegretario alla Presidenza del Consiglio dei Ministri, Antonio Catricalà riceverà i sindaci dell’area del Pollino colpita dal sisma del 26 Ottobre scorso, giovedì 8 novembre, alle ore 17, a Roma. Della delegazione che si recherà a Palazzo Chigi farà parte anche il presidente del Parco Nazionale del Pollino, Domenico Pappaterra, che ne dà notizia. Al sottosegretario sarà rappresentata l’emergenza terremoto dei comuni da Mormanno a Rotonda, tra Calabria e Basilicata afflitti da oltre due anni da un intenso sciame sismico culminato nella forte scossa tellurica della settimana scorsa, di 5.2 gradi della scala Richter. 

Proprio ieri mattina Pappaterra aveva costituito un coordinamento di sindaci, guidato dai primi cittadini di Mormanno e di Rotonda, Guglielmo Armentano e Giovanni Pandolfi. Tra le prime attività previste l’incontro con il sottosegretario Catricalà per rappresentare le difficoltà di un territorio fortemente provato dal sisma che ha lesionato molte abitazioni private ma anche degli edifici pubblici, compreso l’importante presidio ospedaliero di Mormanno che è stato chiuso, il patrimonio storico-architettonico, alcune strade e il sistema ricettivo che pur non avendo subito lesioni nelle strutture risente nelle prenotazioni dell’effetto paura. «Viva soddisfazione» è stata espressa da Pappaterra che nel ringraziare il sottosegretario Catricalà per l’attenzione e la sensibilità dimostrata si augura che l’incontro possa «servire a non far sentire sole le comunità del Pollino colpite dal terremoto e a supportare la fase della ricostruzione e a intensificare la prevenzione». L'incontro con il sottosegretario Catricalà era stato sollecitato anche dal vice presidente vicario del Parlamento europeo, Gianni Pittella durante la visita a Mormanno svolta domenica scorsa. 

 

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?