Salta al contenuto principale

E nei verbali dei pentiti lametini
spuntano i nomi di Galati e Talarico

Calabria

Tempo di lettura: 
1 minuto 36 secondi

LAMEZIA TERME - Le dichiarazioni dei pentiti stanno consentendo anche di scandagliare i rapporti fra la politica ed esponenti della cosche lametine. Nomi che contano nella politica lametina, regionale e nazionale. Tra l'altro nell'inchiesta Medusa risulta indagato il consigliere provinciale del Pdl a attuale presidente - pro tempore della Sacal, Gianpaolo Bevilacqua. Il suo nome infatti figura fra gli oltre 100 indagati, di cui 36, come si ricorda, sono finiti nella rete della Dda di Catanzaro a giugno scorso e per i quali la procura antimafia di Catanzaro ha chiesto il giudizio immediato fissato al Tribunale di Lamezia per il 4 dicembre prossimo, ma il processo però potrebbe spostarsi a Catanzaro davanti al gup poiché gran parte dei 36 imputati ha chiesto il rito abbreviato. 

Nei verbali di interrogatori (allegati dell’inchiesta) spuntano quindi nomi eccellenti. Il pentito (poi pentito di essersi pentito e attualmente in carcere e sotto processo dopo le sue dichiarazioni autoaccusatorie per concorso nell'omicidio dell'imprenditore Antonio Perri) che li tira in ballo è l'ex consigliere comunale Giovanni Governa. Che agli inquirenti ha raccontato di «Sinopoli Domenico, ex consigliere comunale di Lamezia». Per Governa «è il tramite dei rapporti tra Vincenzino lannazzo e l'onorevole Pino Galati. Non posso dire peraltro quali siano state le richieste rivolte a Galati e cosa questi abbia in concreto fatto per lannazzo». Sempre Governa, riferisce agli inquirenti che «i contatti politico-amministrativi sono tenuti principalmente da Vincenzino Iannazzo e tali rapporti ruotavano tutti intorno alla figura di Sinopoli Domenico, già consigliere comunale insieme a me all'epoca del primo scioglimento del Consiglio comunale di Lamezia Terme, avvenuto nel 1991 che è sempre stato ed è il referente politico degli Iannazzo, era ed è uomo di fiducia dell'onorevole Galati Giuseppe e dell' onorevole Talarico Franco, presidente del Consiglio Regionale della Calabria». 

SULL'EDIZIONE CARTACEA DE IL QUOTIDIANO DELLA CALABRIA IL SERVIZIO INTEGRALE A FIRMA DI PASQUALINO RETTURA

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?