Salta al contenuto principale

Villa San Giovanni, un uomo scoperto
mentre costruiva uno scalo abusivo

Calabria

Tempo di lettura: 
1 minuto 6 secondi

REGGIO CALABRIA – Nel comune di Villa San Giovanni, in località porto, nei pressi degli scivoli dei traghetti, è stata posta sotto sequestro dalla Direzione marittima di Reggio Calabria, senza facoltà d’uso, un’area demaniale marittima (cioè uno specchio acqueo), per un ingombro di circa 35 metri quadri. Nello specifico, militari dell’Ufficio Locale Marittimo di Villa San Giovanni, diretti dal maresciallo Tedesco, che ha assunto dallo scorso mese di settembre l’incarico di comandante, durante un’attività ispettiva, hanno accertato in flagranza di reato, che un privato cittadino era intento ad eseguire lavori di realizzazione di una piattaforma in calcestruzzo tipo scivolo in fase di realizzazione da destinare verosimilmente a scalo di alaggio e varo di piccole imbarcazioni, senza alcuna autorizzazione, in violazione alle norme demaniali e paesaggistico-ambientali. 

Immediatamente, sentito il magistrato di turno della Procura della Repubblica di Reggio Calabria, l’area è stata sigillata e posta sotto sequestro preventivo d’urgenza senza facoltà d’uso. Il soggetto identificato in L.Z. di anni 41 e residente a Reggio Calabria, è stato denunciato. Le attività di monitoraggio del litorale proseguiranno senza sosta al fine di tutelare e preservare l’intero ambiente marino costiero dall’uso non corretto ed indiscriminato dei beni pubblici.

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?