Salta al contenuto principale

Ragazzina fugge da un istituto religioso
ma cade in mare e rischia di annegare

Calabria

Tempo di lettura: 
0 minuti 51 secondi

REGGIO CALABRIA – Sono state ore di angoscia a Reggio Calabria per la sorte di una dodicenne fuggita da un istituto: le ricerche tempestive e l'intervento di un carabiniere l'hanno salvata dall'annegamento. La ragazzina, che vive in un centro religioso per persone in difficolta, si è allontanata ieri sera. Immediate le ricerche da parte dei carabinieri su segnalazione delle suore dell’istituto dove la ragazza si trovava provvisoriamente.

Stando a quanto hanno riferito alcuni testimoni, era stata vista correre fra gli scogli della spiaggia di Catona. I carabinieri si sono avvicinati agli scogli e uno di loro ha scorto il corpo della ragazza priva di sensi, immerso nell’acqua. Il militare si è tuffato nonostante le cattive condizioni del mare ed è riuscito a condurre in salvo la ragazzina. Sulla spiaggia sono state praticate le manovre di rianimazione e la 12enne ha ripreso conoscenza. La ragazza è stata poi accompagnata immediatamente presso gli Ospedali Riuniti per evitare il rischio di ipotermia ma non ha subito alcuna grave conseguenza.

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?