Salta al contenuto principale

Insegnante catanzarese in pensione e sua figlia
trovate cadavere in una villetta del Casertano

Calabria

Tempo di lettura: 
1 minuto 59 secondi

CATANZARO - Non aveva denunciato la scomparsa della moglie e della figlia otto anni fa perché si diceva convinto si trattasse di un allontanamento volontario. Ma nella mattinata di oggi, come rende noto l'Ansa, nella sua villetta di Baia Verde, nel Casertano, i poliziotti hanno trovato due cadaveri. Saranno gli esami medico-legali, disposti dalla Procura di Santa Maria Capua Vetere (Caserta) a dire con certezza se sono quelli di Elisabetta Grande e Maria Belmonte, scomparse il 18 luglio 2004 e che oggi avrebbero avuto 74 anni, la prima, 43 la seconda.

 


 I corpi, senza alcun segno di violenza, sono stati trovati, adagiati l’uno accanto all’altro, in una intercapedine sotto il pavimento. Accanto agli scheletri alcuni documenti ritenuti dagli investigatori di estremo interesse.
 Il marito e padre della due donne, Domenico Belmonte, 72 anni, medico, a lungo direttore sanitario al carcere di Poggioreale, a Napoli, è stato interrogato per ore negli uffici della Questura di Caserta dove ha respinto ogni addebito. Le ipotesi di reato aperte sono sequestro di persona, omicidio e occultamento di cadavere. Anche l’ex marito della figlia è stato ascoltato dagli investigatori. La vicenda della famiglia Belmonte è cominciata una ventina di anni fa, quando Domenico, già direttore sanitario del sovraffollato penitenziario napoletano, sentendosi forse minacciato, decise di trasferire la famiglia nella loro casa di vacanza di Baia Verde. Tra quelle villette nascoste dalla vegetazione si sentiva più sicuro.
A Baia Verde la moglie – un’insegnante in pensione originaria di Catanzaro – e la figlia con un matrimonio fallito alle spalle, hanno tentato di avviare anche un’attività commerciale che però non è andata bene mentre Domenico Belmonte, di tanto in tanto, faceva ritorno nella casa che la famiglia aveva nel centro storico di Napoli. Dal 2004 delle due donne si sono perse le tracce. A far scattare l’allarme è stata la denuncia del fratello di Elisabetta, Lorenzo Grande, medico di Catanzaro, che si è rivolto alla Polizia. E delle due donne si è interessata anche la trasmissione «Chi l’ha visto?». Così questa mattina nella villetta sono arrivati i poliziotti: Domenico Belmonte stava curando il giardino. Gli agenti hanno iniziato a passare al setaccio gli spazi esterni. Ma la scoperta è stata fatta solo grazie al 'georadar' della polizia scientifica.

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?