Salta al contenuto principale

Funicolare fuori uso a Catanzaro
Riapre martedì dopo 228 giorni

Calabria

Tempo di lettura: 
1 minuto 49 secondi

CATANZARO - Domani alle 7 riprenderà il servizio della funicolare a Catanzaro. Alle 10,30, il sindaco Sergio Abramo sarà alla stazione di Piazza Roma accertarsi della situazione che la ripresa del servizio ha prodotto sul sistema dei trasporti urbani.   «L'impianto – è scritto in una nota – è stato oggetto di un intervento di manutenzione straordinaria, che per sistemi a fune dev'essere effettua ogni cinque anni, che ha impegnato circa sette mesi di tempo e una spesa di oltre cinquecento  mila euro. Gli interventi, previsti nella perizia redatta dall’ingegnere Luigi Ottavio Mancuso, sono stati attuati in due fasi. La prima ha riguardato la sostituzione delle batterie di accumulatori stazionari. Una procedura che ha comportato la demolizione del pavimento e della soletta armata per  l'estrazione degli accumulatori in uso. La sostituzione della  fune traente delle vetture e della fune zovorra. Interventi sull'impianto di video – sorveglianza, integrato con video - registratore digitale. La sostituzione di alcuni cavi elettrici, resi inutilizzabili dai roditori e revisionato l’impianto di illuminazione di emergenza. Realizzati i servizi igienici assegnati agli operatori dell’impianto di cui la stazione di valle ne era sprovvista e revisionati anche quelli degli utenti. Verificata la copertura della stazione interessata da copiose infiltrazioni d’acqua piovana».   

«Demolite alcune pareti – prosegue la nota – dell’area destinata a bar e di parte della pavimentazione oltre che di una vetrata che separava alcuni ambienti, sostituite con altre pareti divisorie, è stato, infine, realizzato il bagno per persone diversamente abili. Una seconda perizia di variante in corso d’opera ha, invece, riguardato lavori tesi a migliorare la struttura dal punto di vista dell’adeguamento alle disposizioni normative in materia di igiene e sicurezza. Quest’ultimi hanno riguardato la sostituzione delle lastre di copertura della stazione di valle, la realizzazione di una vasca di raccolta  delle acque reflue derivanti dal lavaggio delle vetture, la fornitura e posa in opera di un serbatoio per la riserva idrica della stazione di valle e la fornitura e posa in opera di un cavo per il collegamento della telecamera posta alla stazione di valle».

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?