Salta al contenuto principale

Trappola via sms per le carte di credito
Coinvolti anche cosentini e vibonesi

Calabria

Tempo di lettura: 
0 minuti 48 secondi

OPERAZIONE della polizia postale contro il fenomeno del phishing nella sua più recente versione, denominata smishing: una truffa che inizia con un sms che rimanda l’ignaro utente su pagine web identiche a quelle di siti commerciali, di operatori telefonici e di istituti di credito, finalizzati alla cattura dei dati delle carte di credito. 

Le indagini hanno portato all’esecuzione di 5 arresti a Roma e Pesaro e di 15 provvedimenti di perquisizione nei confronti di cittadini italiani ed extracomunitari di età compresa tra i 30 ed i 55 anni dislocati a Roma, Pesaro, Napoli, Treviso, Trento, Vicenza, Cosenza, Vibo Valentia, Guidonia. Gli arresti sono stati eseguiti in flagranza di reato: i truffatori sono stati trovati in possesso di carte di credito clonate pronte per l’utilizzo sia tramite internet che presso esercizi commerciali. Ulteriori dettagli saranno resi noti nel corso della conferenza stampa che si terrà alle ore 10.30 presso il Compartimento Polizia Postale di Roma. 

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?