Salta al contenuto principale

Palmi, sequestrati 6.000 botti illegali
messi in vendita tra quaderni e carta

Calabria

Tempo di lettura: 
0 minuti 47 secondi

PALMI (RC) – I finanzieri della Compagnia di Palmi, supportati dal personale della Polizia Locale, hanno rinvenuto all’interno di un esercizio commerciale 6.000 artifizi pirotecnici, la cui detenzione e vendita al dettaglio è stata vietata con ordinanza comunale agli esercizi commerciali che non siano in possesso di apposita licenza. I «botti» erano posti in commercio tra diversi articoli da regalo, per la scuola e per l’ufficio. Il materiale esplodente è stato sottoposto a sequestro per la successiva confisca e distruzione. Il titolare del negozio è stato sanzionato amministrativamente per aver violato le disposizioni contenute nell’ordinanza comunale. L’operazione – spiega una nota delle Fiamme Gialle – si inserisce nell’ambito dei controlli che, a ridosso di Capodanno, la Guardia di Finanza ha disposto nel tentativo di arginare il fenomeno degli innumerevoli incidenti legati alla tradizione di festeggiare l’arrivo del nuovo anno con i fuochi d’artificio.

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?