Salta al contenuto principale

Cosenza si tuffa nel clima natalizio
dalle luci "in versi" al sabato d'eventi

Calabria

Tempo di lettura: 
5 minuti 25 secondi

 

MUSICA, arte e teatro, oltre alle attività dedicate all’infanzia nel Villaggio dei Bambini, segnano la giornata del 15 dicembre delle “Buone Feste Cosentine”.
Dalle 18 e fino alle 23, tante le location musicali della città, cominciando dal centro. Il percorso dello shopping natalizio è allietato dal Soul Cake Acoustic Live in piazza Kennedy, dal Duo Melody in via Macallé, mentre piazza XI settembre si prepara ad ospitare, alle 20, la Italia Big Band.
Differenti sonorità si rincorrono anche nelle strade del centro storico, sempre dalle 18. Da piazza Piccola con Be Alternative Sound, passando attraverso piazza Parrasio dove c’è Roberta Cleo, per finire in piazza XV Marzo, location dei Mercatini di Natale, con la musica di Studio 54
Doppio l’appuntamento con l’arte, in corso Telesio, alla Trend Line Gallery di Dora Marano, l’evento “Artisti in Mostra” alle ore 18. 
Ma prima, alle 16,30, la Casa delle Culture ospita un incontro dibattito, coordinato da Mimma Pasqua, con  l’artista Silvia Cibaldi  sul tema dell’«Arte come laboratorio partecipato», seguito dall’esposizione di alcune opere dell’artista e dalla proiezione del video documento “The Bottle tree” di Alessandro Gordano e Nicola Labate.
L’iniziativa si sposta alle  18,30 presso la confluenza dei Fiumi-Largo Alarico per la festa Bottle Tree con l’accensione delle luci dell’albero, accompagnata da buona musica tradizionale e squisiti dolci dalla Palestina. Bottle Tree è un progetto d’arte collettiva promosso dalle Officine Babilonia, e sostenuto da Comune di Cosenza e Aism, che dal 20 novembre al 15 di dicembre ha visto impegnati in alcuni quartieri della città, diverse associazioni che lavorano sul territorio, nel laboratorio di riuso creativo condotto da Merusca Staropoli e Gianluca Salomone. I partecipanti si sono sentiti parte importante di un lavoro speciale: la costruzione di un albero di Natale diverso dagli altri perchè frutto del lavoro creativo di ognuno, divenuto poi parte di un lavoro collettivo”. La Confluenza dei Fiumi è stata individuata come sito dell'albero proprio perchè luogo simbolico di incontro e mescolanza, che funge da cerniera fra la  città vecchia e quella nuova.  
Villaggio dei Bambini apre i suoi candidi igloo sin dal mattino con  l’Associazione Piccole Stelle che intrattiene dalle 10 alle 13 con giochi e animazioni sul tema dei diritti dei bambini. Non manca Babbo Natale che, parcheggiate le renne, propone ai bambini un giro in mongolfiera, mentre le Officine Babilonia invitano ad un laboratorio ecosostenibile in tema col Natale che prosegue anche nel pomeriggio, dalle 15 alle 19, insieme a spettacoli di marionette e ai  canti del coro di voci bianche e dei solisti dell’Accademia Studio Harmonic. Alle 20.30 si apre il sipario sulla Stagione di Prosa del teatro Rendano che inaugura con “La Locandiera” di Carlo Goldoni interpretata da Nancy Brilli.

ORA che anche piazza Bilotti si è illuminata Cosenza entra nel clima natalizio. Con il solito ventaglio di polemiche. Quest'anno i protagonisti non saranno i cerchi colorati voluti nel 2011 dal sindaco Occhiuto. Piazzati in gruppi di tre sui lampioni di via Popilia, gli hula hoop luminosi ormai fanno meno notizia. A risvegliare l’attenzione dei cosentini – su social network e non solo – sono le luminarie in versi di corso Mazzini. 

 

GUARDA LE LUMINARIE DI COSENZA

 

Ma oggi, intanto, è il giorno in cui la musica natalizia risuonerà in diverse zone per una serie di inziative.  Musica, arte e teatro, oltre alle attività dedicate all’infanzia nel Villaggio dei Bambini, segnano la giornata del 15 dicembre delle “Buone Feste Cosentine”.Dalle 18 e fino alle 23, tante le location musicali della città, cominciando dal centro. Il percorso dello shopping natalizio è allietato dal Soul Cake Acoustic Live in piazza Kennedy, dal Duo Melody in via Macallé, mentre piazza XI settembre si prepara ad ospitare, alle 20, la Italia Big Band.Differenti sonorità si rincorrono anche nelle strade del centro storico, sempre dalle 18. 

Da piazza Piccola con Be Alternative Sound, passando attraverso piazza Parrasio dove c’è Roberta Cleo, per finire in piazza XV Marzo, location dei Mercatini di Natale, con la musica di Studio 54Doppio l’appuntamento con l’arte, in corso Telesio, alla Trend Line Gallery di Dora Marano, l’evento “Artisti in Mostra” alle ore 18. Ma prima, alle 16,30, la Casa delle Culture ospita un incontro dibattito, coordinato da Mimma Pasqua, con  l’artista Silvia Cibaldi  sul tema dell’«Arte come laboratorio partecipato», seguito dall’esposizione di alcune opere dell’artista e dalla proiezione del video documento “The Bottle tree” di Alessandro Gordano e Nicola Labate.L’iniziativa si sposta alle  18,30 presso la confluenza dei Fiumi-Largo Alarico per la festa Bottle Tree con l’accensione delle luci dell’albero, accompagnata da buona musica tradizionale e squisiti dolci dalla Palestina. Bottle Tree è un progetto d’arte collettiva promosso dalle Officine Babilonia, e sostenuto da Comune di Cosenza e Aism, che dal 20 novembre al 15 di dicembre ha visto impegnati in alcuni quartieri della città, diverse associazioni che lavorano sul territorio, nel laboratorio di riuso creativo condotto da Merusca Staropoli e Gianluca Salomone. I partecipanti si sono sentiti parte importante di un lavoro speciale: la costruzione di un albero di Natale diverso dagli altri perchè frutto del lavoro creativo di ognuno, divenuto poi parte di un lavoro collettivo”. 

La Confluenza dei Fiumi è stata individuata come sito dell'albero proprio perchè luogo simbolico di incontro e mescolanza, che funge da cerniera fra la  città vecchia e quella nuova.  Il Villaggio dei Bambini apre i suoi candidi igloo sin dal mattino con  l’Associazione Piccole Stelle che intrattiene dalle 10 alle 13 con giochi e animazioni sul tema dei diritti dei bambini. Non manca Babbo Natale che, parcheggiate le renne, propone ai bambini un giro in mongolfiera, mentre le Officine Babilonia invitano ad un laboratorio ecosostenibile in tema col Natale che prosegue anche nel pomeriggio, dalle 15 alle 19, insieme a spettacoli di marionette e ai  canti del coro di voci bianche e dei solisti dell’Accademia Studio Harmonic. Alle 20.30 si apre il sipario sulla Stagione di Prosa del teatro Rendano che inaugura con “La Locandiera” di Carlo Goldoni interpretata da Nancy Brilli.

 

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?