Salta al contenuto principale

Preoccupazione del prefetto di Catanzaro
e Scopelliti annuncia due nuove discariche

Calabria

Tempo di lettura: 
1 minuto 23 secondi

CATANZARO – «Ho ricevuto per domani una richiesta di incontro da parte di una nutrita schiera di sindaci. Sto raccogliendo diverse proteste da parte dei primi cittadini, e non solo della provincia di Catanzaro». Lo ha detto all’Agi il prefetto di Catanzaro, Antonio Reppucci, commentando l’emergenza rifiuti che si registra in provincia di Catanzaro e in diverse aree della Calabria, dopo la chiusura della discarica di Pianopoli (Cz) per problemi tecnici. «Sono molto preoccupato – ha aggiunto il prefetto – e trasferirò subito dopo l’incontro queste lamentele alla Regione, considerato che si tratta di una situazione evidente». I Sindaci interessati manifesteranno domani alle ore 11 in Piazza Prefettura a Catanzaro. Frattanto, per affrontare e superare l'emergenza rifiuti in atto in provincia di Catanzaro e nella regione si aprirà una discarica a Lamezia Terme, attualmente chiusa, e una a Melicuccà, in provincia di Reggio Calabria. Gli interventi sono stati annunciati dal governatore Giuseppe Scopelliti e dal direttore generale del Dipartimento ambiente, Bruno Gualtieri, rispondendo alle domande dei giornalisti a margine di una conferenza stampa che si è svolta a Catanzaro. Nello specifico,a Lamezia Terme «la discarica partirà a sostegno di Pianopoli», mentre «tra una decina di giorni dovrebbe entrare in funzione anche la discarica di Melicuccà». Il direttore Gualtieri ha sottolineato che si tratta «di una discarica molto grande, che può contenere 500 mila metri cubi di rifiuti a costi bassi». Per contribuire a superare questa difficile fase, il direttore generale ha anche precisato di avere «anticipato un milione di euro all’Ufficio del commissario».

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?