Salta al contenuto principale

Scontro tra Regione e Corte costituzionale
Tre gli indagati: c'è il direttore generale

Calabria

Tempo di lettura: 
0 minuti 55 secondi

CATANZARO – La Procura della Repubblica di Catanzaro ha emesso tre avvisi di garanzia nei confronti di due dirigenti ed un avvocato della Regione con l’ipotesi di reato di abuso d’ufficio nell’ambito di un’inchiesta aperta sulla vicenda del trasferimento dei dirigenti regionali.  

Gli indagati, il direttore generale della Presidenza della Regione Franco Zoccali, il dirigente esterno dell’avvocatura regionale Paolo Arilotta ed il direttore generale del dipartimento Personale Umberto Nucara, erano stati nominati dalla regione come componenti di un tavolo tecnico per esprimersi sulla decisione della Corte costituzionale che aveva dichiarato incostituzionale la legge regionale sulla stabilizzazione dei dirigenti della Regione provenienti da altre amministrazioni pubbliche.

Il tavolo tecnico, nel luglio scorso, stabilì che i dirigenti interessati avevano continuato a ricoprire posti di responsabilità adottando «importanti atti amministrativi» e che pertanto la sentenza della Consulta non andava applicata. La Regione ha quindi deciso per la stabilizzazione di tre dirigenti. Sulla vicenda ha poi aperto un’inchiesta la Procura che ha portato all’emissione degli avvisi di garanzia.

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?