Salta al contenuto principale

La città di Vibo Valentia avrà
il Centro di informazione europea

Calabria

Tempo di lettura: 
1 minuto 39 secondi

VIBO VALENTIA - Anche la città di Vibo Valentia avrà un Centro di informazione europea della rete Europe Direct. Lo comunica l’amministrazione Comunale, attraverso l’Assessorato agli affari istituzionali politiche comunitarie – comunicazione e trasparenza. «La proposta di candidatura avanzata dall’amministrazione comunale riguardo alla selezione di strutture ospitanti i Centri di Informazione della Rete Europe Direct, – si legge in una nota – è stata positivamente selezionata per il periodo 2013-2017 e quindi è idonea a ricevere i finanziamenti corrispondenti per la gestione e il funzionamento del Centro. La notizia è giunta direttamente dalla Commissione Europea Rappresentanza in Italia, con lettera pervenuta al Comune di Vibo Valentia».
Il progetto – si fa rilevare – è stato selezionato tra le 170 candidature pervenute complessivamente da tutte le Regioni d’Italia delle quali 48 sono state selezionate e ritenute idonee a ricevere il finanziamento dall’Unione Europea». Soddisfazione da parte del sindaco Nicola D’Agostino «per il prestigioso riconoscimento ottenuto che permette al Comune di Vibo Valentia di essere uno dei 48 Centri di Informazione Europea della Rete Europe Direct in Italia, unico nell’intera Provincia di Vibo Valentia. Ancora una volta – dice – il Comune di Vibo Valentia, attraverso l’Ufficio Programmazione Comunitaria, dimostra la sua capacità programmatica e progettuale con gli indiscussi e numerosi risultati conseguiti in questi 2 anni e mezzo, che pone la città di Vibo Valentia definitivamente all’avanguardia nel campo della programmazione e nella progettazione comunitaria sia per i fondi diretti che per quelli indiretti. La presenza dell’Unione Europea nella città di Vibo Valentia è sicuramente un vanto per l’Ente ma sarà anche l’occasione per sviluppare azioni innovative di Comunicazione a vantaggio di tutti i cittadini che avranno cosi la possibilità di conoscere più da vicino l’Europa e sviluppare un maggior senso di appartenenza e cittadinanza europea».

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?