Salta al contenuto principale

Catanzaro, sciopero farmacie al 100%
Adesione totale contro l'Azienda sanitaria

Calabria

Tempo di lettura: 
1 minuto 26 secondi

GRANDE adesione da parte dei farmacisti della provincia di Catanzaro allo sciopero programmato per l’intera giornata di oggi contro il mancato pagamento delle spettanze da parte dell’Azienda Provinciale di Catanzaro. L’astensione, dunque, è stata totale considerato che ad alzare le serrande sono state solo le farmacie di turno.

Vincenzo De Filippo, presidente di Federfarma Catanzaro, nell’incontro organizzato questa mattina nella sede cittadina di Federfarma, ha spiegato come la categoria, «in esecuzione degli accordi raggiuntinuarono a garantire nel novembre 2011, hanno continuato a garantire il servizio di assistenza farmaceutica in favore dei cittadini calabresi». Oggi, però, a quanto pare, sono venuti meno, da parte della Regione e dell’Azienda sanitaria provinciale, quelli che erano i punti alla base dell’accordo con in farmacisti per quello che riguarda il pagamento dei farmaci distribuiti per Conto. «Non possiamo sopportare oltre la tortale assenza di risposta del Governo regionale a fronte di tutti gli impegni sostanziali assunti». L’impegno, in sintesi, prevedeva di eliminare, progressivamente, gli arretrati spettanti che ad oggi ammontano a quattro mensilità (cinque se si considera che il rimborso del mese di dicembre 2012 va presentato entro il 20 di questo mese). «La categoria ha raggiunto livelli di sopportazione inaccettabili specie se consideriamo la questione “interessi” che siamo costretti a pagare per far frontre ai nostri impegni con fornitori e personale dipendente. Se non venissero recepite le nostre richieste aprendo un tavolo di confronto serio anche per quanto riguarda questo argomento, non escludiamo il rischio che altre agitazioni vengano programmate in futuro con la conseguenza che i cittadini utenti sarebbero i primi a risentire dei disagi che questo comporta».

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?