Salta al contenuto principale

Guardia costiera passa a setaccio il settore pesca
Sanzioni per 36mila euro e sequestri per 170 kg

Calabria

Tempo di lettura: 
1 minuto 2 secondi

REGGIO CALABRIA - Oltre 170 chili di prodotti ittici sequestrati e sanzioni per 36.000 euro comminate: è il bilancio dell’operazione svoltasi dal 22 al 24 gennaio in ambito regionale e coordinata dal capo reparto operativo capitano di Fregata Cesare Cama della Direzione Marittima - Guardia Costiera di Reggio Calabria, finalizzata al controllo dell’intera filiera pesca. Personale delle Capitanerie di Porto, con ausilio di mezzi terrestri e navali, ha effettuato numerosi controlli sull'intera filiera della pesca, con laa collaborazione dei servizi veterinari delle Aziende sanitarie provinciali.
Sono state verificate le condizioni igienico sanitarie dei pescherecci, delle pescherie, dei mercati ittici e dei locali di ristorazione. Ulteriori controlli hanno riguardato la tutela delle specie ittiche pescate, per verificarne le dimensioni e le specie d’appartenenza e la verifica della corretta pesatura dei prodotti ittici. L'operazione è stata condotta secondo le direttive del Direttore Marittimo Capitano di Vascello Gaetano Martinez, in Calabria e Basilicata, con il coinvolgimento di 205 militari, appartenenti alle Capitanerie di Reggio Calabria, Crotone, Vibo Valentia, Gioia Tauro e Corigliano Calabro ed ai rispettivi uffici marittimi dipendenti, che hanno operato avvalendosi di pattuglie terrestri e navali. I 266 controlli eseguiti hanno riguardato tra l’altro: 90 pescherecci; 4 grossisti/stabilimenti di grande distribuzione, 13 locali di ristorazione, 35 pescherie, 70 ambulanti e 30 supermercati.

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?