Salta al contenuto principale

Rossano, prostituzione arrestate due persone
Riducevano in schiavitù concittadine rumene

Calabria

Tempo di lettura: 
0 minuti 44 secondi

ROSSANO (CS) – I poliziotti del commissariato di Rossano hanno arrestato due romene per riduzione in schiavitù, favoreggiamento e sfruttamento della prostituzione in concorso con altri connazionali. Si tratta di Oana Daniela Marin, 22 anni, e Tudorita Cirlescu, 26, entrambe domiciliate a Schiavonea di Corigliano Calabro. Gli agenti hanno notificato alle donne due ordinanze di custodia cautelare agli arresti domiciliari emesse dal gip di Rossano su richiesta della procura cittadina. Le ipotesi di reato sono legate a una ventiduenne anch’essa romena, F.G., che le due connazionali e altri complici avrebbero picchiato e rinchiuso in casa impedendole pure di farsi medicare. Inoltre il gruppo la controllava sul luogo dove si prostituiva, impedendole di allontanarsi. Inoltre secondo l’accusa la Marin e la Cirlescu, in concorso tra di loro e con altri connazionali, avrebbero convinto la ventiduenne a venire in Italia, poi costringendola a prostituirsi. 

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?