Salta al contenuto principale

Nascondevano in auto strumenti da scasso
Fermati presunti rapinatori nel Crotonese

Calabria

Tempo di lettura: 
1 minuto 12 secondi

PETILIA POLICASTRO (KR) – Due persone sono state denunciate perchè portavano a bordo di un’auto attrezzi atti allo scasso dai Carabinieri della Compagnia di Petilia Policastro che hanno intensificato i controlli sulla direttrice della Strada Statale 107 e nei centri urbani da essa attraversati. Nel complesso sono state 62 le persone identificate, 43 le vetture controllate, 9 le sanzioni comminate per violazioni al codice della strada ed un’auto è stata sequestrata poichè senza copertura assicurativa. I controlli si sono concentrati sui centri abitati di Cerenzia, Caccuri e Castelsilano. 

I militari hanno controllato automobili, effettuando perquisizioni e verificando la presenza di persone detenuti agli arresti domiciliari. Una pattuglia della Stazione di Caccuri unitamente a quella del Nucleo Radiomobile ha incrociato una macchina sospetta che si aggirava per alcune contrade al confine tra Cerenzia e Caccuri in un orario decisamente insolito. Si trattava di un’Opel Astra, che ha tentato di dileguarsi ma è stata raggiunta dalla Gazzella dell’arma. I due occupanti, noti pregiudicati del posto per reati contro il patrimonio, avevano con se un vero e proprio kit dello scassinatore: piedi di porco, grimaldelli, chiavi, seghe elettriche, frese e cacciaviti, il tutto posto sotto sequestro. Probabilmente erano in procinto di effettuare qualche raid in case o cantine isolate. I militari stanno ora cercando di capire se i due malviventi denunciati siano stati gli autori di alcuni furti con scasso avvenuti nell’ultimo mese nella zona.

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?