Salta al contenuto principale

Parco Romani, gli acquirenti si incatenano al comune
Gli operatori saranno in assemblea permanente

Calabria

Tempo di lettura: 
0 minuti 35 secondi

 

CATANZARO - Clamorosa protesta di alcuni acquirenti delle attività commerciali del parco Romani di Catanzaro. Dopo anni di attese, una parte di operatori ha deciso di incatenarsi a palazzo De Nobili, sede del comune di Catanzaro. Gli operatori hanno indetto un'assemblea permanente fino a mercoledì, quando è previsto un incontro con il sindaco Sergio Abramo e i capigruppi consiliare per capire le prospettive del Parco Romani e il loro futuro di operatori commerciali. Se la riunione non dovesse dare esiti incoraggiati, gli acquirenti del Parco Romani inizieranno lo sciopero della fame. Sulla vicenda del Parco Romani è da tempo aperta un'inchiesta con una decina di indagati, tra i quali i nomi eccellenti dell'imprenditoria catanzarese.

 

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?