Salta al contenuto principale

Contraffazione, controlli
durante la fiera di San Giuseppe

Calabria

Tempo di lettura: 
1 minuto 11 secondi

COSENZA – La Compagnia Carabinieri di Cosenza, in occasione della tradizionale Fiera di S.Giuseppe, ha posto in essere efficaci servizi di prevenzione generale allo scopo di garantire le massime condizione di sicurezza pubblica. Ottimizzando l’impiego delle risorse di uomini e mezzi si è inteso così far fronte al particolare e delicato impegno, per prevenire e reprimere rapine, furti, scippi e borseggi, essendo questi delitti cosiddetti predatori che incidono sulla tranquillità e serenità della cittadinanza. Nel contempo è stata garantita l’intensificazione dei servizi antirapina con particolare attenzione obiettivi più esposti ad aggressioni criminali (supermercati, piccole attività commerciali ecc.) o alla commissione di reati quali furti in appartamento, con un controllo maggiore dei soggetti alle misure di prevenzione e sicurezza. I servizi sull'intera area della fiera, sono stati eseguiti da pattuglie a piedi con Carabinieri in uniforme e personale in abiti civili tra la folla. Una Stazione Mobile è stata impiegata con militari nei punti critici della manifestazione, quale punto di riferimento per la gente. Sul piano della contraffazione, sono stati sequestrati circa 400 capi di abbigliamento contraffatti, oltre 120 borse, il tutto della maggiori griffe in commercio, 10 Kg. di bigiotteria varia e 420 accessori per congegni elettronici, per un valore complessivo superiore a 20.000 euro. Mentre, sulla pirateria audio/video, sono stati posti sotto sequestro circa 200 cd. Nel complesso, sono stati denunciati alle autorità amministrative e giudiziarie 7 soggetti di origine marocchina-tunisina.

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?