Salta al contenuto principale

Platania, assenti al consiglio comunale
Ma segnati come votanti, annullato tutto

Calabria

Tempo di lettura: 
1 minuto 24 secondi

PLATANIA - La delibera era stata approvata dal Consiglio comunale il 15 gennaio scorso. Sei i voti a favore, compreso quello del sindaco Michele Rizzo. Fra chi votò a favore anche i consiglieri comunali d'opposizione Carlo Conte e Francesco Marchione. Tutto però ora è da rifare. Conte e Marchione infatti erano assenti in quella seduta consiliare del Comune di Platania (2.267 abitanti). Nel Consiglio della presenza "fantasma" dei due consiglieri, erano stati approvati i verbali delle sedute precedenti del 25 ottobre 2012 e 29 novembre 2012; l'approvazione dello schema di convenzione di tesoreria; e l'approvazione del regolamento dei controlli interni (decreto legge 174/2012). Ma nella seduta del 21 marzo scorso si scopre l'inghippo di gennaio. Davanti al segretario ed a tutti i consiglieri realmente presenti prende la parola il consigliere Carlo Conte il quale annuncia che «noi, il sottoscritto e Franco Marchione, nella seduta del consiglio comunale del 15 gennaio 2013, come minoranza, eravamo assenti, ma ci troviamo presenti nelle delibere pubblicate e non solo presenti, ma anche votanti a favore. Quindi chiediamo l'abrogazione di questi atti e una nuova approvazione in una altra seduta di consiglio». Al che il Consiglio, recita la delibera, «sentito l'intervento di Conte, e verificato che il 15 gennaio i consiglieri Conte e Marchione erano effettivamente assenti; considerato che nelle deliberazioni n. 1, 2, e 3 del 15/1/2013, per mero errore materiale, i consiglieri Conte e Marchione sono stati riportati tra i presenti e votanti; ritenuto opportuno e necessario procedere ad una errata corrige delle delibere», stabilisce di rettificare il frontespizio delle deliberazioni di consiglio comunale n. 1, 2, e 3 del 15/1/2013 e di conseguenza il numero dei votanti» e, quindi «di sottoporle all'approvazione del prossimo consiglio comunale», che ora è stato fissato per il prossimo 5 aprile.

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?