Salta al contenuto principale

Agguato a Bovalino, morto un trentenne
Freddato nel cortile: era ai domiciliari

Calabria

Tempo di lettura: 
0 minuti 43 secondi

BOVALINO (RC) - Un agguato di probabile stampo 'ndranghetistico è stato compiuto nel corso della serata a Bovalino. I colpi di fucile esplosi hanno provocato un morto. Si tratta di Alfredo Izzo, 30 anni. Il commando omicida lo ha aspettato sotto casa e lo ha freddato nel cortile. Uno o forse due i colpi di fucile esplosi: non gli hanno lasciato scampo.

 Sul posto sono intervenuti gli organi inquirenti per i rilievi. L'omicidio sarebbe avvenuto intorno alle 21.30 sulla provinciale che porta a Platì. Ancora da ricostruire la dinamica. Potrebbe essersi trattato di una trappola, escogitata per attirare Izzo fuori da casa. L'uomo si trovava infatti agli arresti domiciliari. Nel 2011 era stato fermato dai carabinieri del comando provinciale di Siracusa, insieme ad un'altra persona, mentre in un'area di servizio stavano spacciando 500 grammi di cocaina. E ora proprio negli ambienti della droga si indirizzano le prime indagini.

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?