Salta al contenuto principale

Reggio Calabria, centri di accoglienza
Il 30 aprile si smantella S. Ferdinando

Calabria

Tempo di lettura: 
2 minuti 11 secondi

REGGIO CALABRIA – Nella mattinata odierna si è tenuta una riunione presieduta dal Prefetto, Vittorio Piscitelli, a cui hanno partecipato il Presidente della Provincia, Giuseppe Raffa, il Presidente dell’associazione Città degli Ulivi, Emanuele Oliveri, il Sindaco di San Ferdinando, Domenico Madafferi, il Vice Sindaco di Rosarno, Carmelo Cannatà, ed il Rappresentante della Diocesi di Oppido Palmi, don Pino De Masi. Nel corso dell’incontro si sono approfondite varie questioni connesse al funzionamento della struttura provvisoria di accoglienza per cittadini extracomunitari ubicata nel territorio del comune di San Ferdinando. Il Prefetto ha, preliminarmente, espresso un vivo ringraziamento al Presidente della Provincia, alla Caritas diocesana e al Sindaco di San Ferdinando per il fondamentale contributo che hanno assicurato, sia in termini di impegno finanziario che tecnico – organizzativo, a supporto dell’iniziativa promossa dalla Prefettura per la realizzazione della suddetta struttura. Si è, peraltro, preso atto dell’affievolimento delle esigenze che hanno, a suo tempo, motivato l’attivazione di questa ultima a seguito dell’inizio della stagione primaverile che si è accompagnato ad un generale miglioramento delle condizioni climatiche e ad un rialzo delle temperature. D’altra parte si sono anche evidenziate le grosse difficoltà economiche affrontate dalle Amministrazioni territoriali nel contesto attuativo dell’intervento a causa dei pesanti tagli subiti dai bilanci degli Enti locali, oltre che dell’intervenuto esaurimento delle risorse finanziarie rese disponibili dalla Caritas e della mancata erogazione dei contributi preannunciati da altri soggetti pubblici. Alla luce della complessiva analisi della situazione e della prossima scadenza del termine fissato per l'utilizzo dell’area su cui è stata allestita la tendopoli, di proprietà dell’Asireg di Reggio Calabria e concessa a titolo provvisorio al Comune di San Ferdinando, si è quindi concordato di avviare le procedure preordinate all’interruzione dell’erogazione della fornitura di energia elettrica posta a servizio della medesima struttura, a decorrere dal prossimo 30 aprile, data entro la quale saranno anche avviate le operazioni di smontaggio delle tende e di ripristino dell’originario stato dei luoghi. Il Prefetto ha, infine, espresso l’auspicio, condiviso all’unanimità dai presenti, che la complessa tematica afferente l’accoglienza dei lavoratori extracomunitari, possa in futuro essere affrontata in modo più organico attraverso il convinto coinvolgimento di tutte le Amministrazioni ed Enti che hanno competenza in materia di integrazione socio – economica degli stranieri, al fine di consentire il superamento di un approccio, del tutto inadeguato, fondato su profili di mero carattere emergenziale e di definire progettualità di più ampio e duraturo respiro.

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?