Salta al contenuto principale

Sparatoria davanti al tribunale di Crotone: un ferito
Un giovane lo colpisce dopo una lite per un terreno

Calabria

Tempo di lettura: 
1 minuto 43 secondi

CROTONE - Una persona è stata ferita a colpi di pistola davanti al tribunale di Crotone. La sparatoria è avvenuta in piena mattina, mentre la zona era affollata. L'uomo che ha sparato è stato subito immobilizzato dalle forze dell'ordine che si trovavano sul posto. Si tratta di un giovane, Vladimiro Comità, 26 anni.

Si trovava insieme al padre Elio, in prossimità di un bar che si trova di fronte al palazzo di giustizia. I due stavano discutendo con un uomo di 57, Luigi Covelli. In un primo momento si era diffusa la voce che si trattava di un ufficiale giudiziario, poi la smentita. Il movente del diverbio è legato a una questione di terreni. Quando la discussione è degenerata, secondo una prima ricostruzione ci sarebbe stata una breve colluttazione, poi il più giovane dei Comità avrebbe estratto la pistola e sparato.

Covelli è stato raggiunto da tre colpi, uno dei quali al torace. Subito soccorso, è stato condotto all'ospedale di Crotone e le sue condizioni sono gravi ma non sarebbe a rischio. Per Elio e Vladimiro Comità, ora, c'è da rispondere dell'accusa di tentato omicidio.

 Mentre i due Comità venivano portati in Questura, gli uomini della Squadra mobile hanno perquisito un terreno nella loro disponibilità rinvenendo su una tettoia e in una zona nelle vicinanze della proprietà due fucili, di cui uno a canne mozze, una pistola giocattolo modificata, un giubbotto anti proiettile e munizioni. Inoltre un caricatore è stato trovato all’interno della loro automobile.    I particolari della vicenda sono stati illustrati nel corso di una conferenza stampa dal Procuratore della Repubblica di Crotone, Raffaele Mazzotta; dal sostituto Luisiana Di Vittorio; dal questore, Mario Finocchiaro, e dal capo della squadra mobile, Cataldo Pignataro.   «Ad una pagina negativa – ha detto Mazzotta – com'è una sparatoria che avviene davanti ad un palazzo di giustizia, sparatoria con un rischio di coinvolgimento elevatissimo che avrebbe potuto attingere anche dei passanti, c'è stato un intervento immediato dello Stato. Una risposta immediatamente efficiente».

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?