Salta al contenuto principale

Depurazione, esplode
la rabbia dei lavoratori

Calabria

Tempo di lettura: 
0 minuti 31 secondi

COSENZA – Momenti di tensione, stamattina, nella sede del Consorzio Vallecrati, a Rende, dove sono anche intervenuti i carabinieri. I lavoratori della Salvaguardia Ambientale, che da gennaio gestisce i depuratori del territorio, hanno occupato gli uffici per richiedere il pagamento immediato dei diversi mesi di stipendi arretrati. «Siamo esasperati – hanno gridato i lavoratori – siamo ormai alla fame, ci sono comuni che non pagano il servizio da anni e il consorzio non può pagarci gli stipendi. Ma noi come dobbiamo sopravvivere?». «Chi protegge i sindaci che da anni non pagano? Eppure noi stiamo garantendo il servizio», urlavano i lavoratori. 

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?