Salta al contenuto principale

Scoperti a Gioia Tauro 190 chilogrammi di coca
Erano su una nave nascosti tra i sacchi del caffè

Calabria

Tempo di lettura: 
1 minuto 20 secondi

GIOIA TAURO (RC) – Un carico di cocaina purissima pari a circa 190 kg è stato sequestrato  dalla Squadra Mobile di Reggio Calabria diretta da Gennaro Semeraro, unitamente all’Agenzia delle Dogane, all’interno di un container sbarcato al porto di Gioia Tauro. 

La droga, suddivisa in 148 panetti, era stata trasportata in sacchi di juta e plastica sulla nave «Bellavia», nascosta tra altri sacchi contenenti caffè. Lo stupefacente è stato individuato dopo riscontri documentali e i successivi controlli svolti sul container. Avrebbe fruttato diversi milioni di euro, se immessa sul mercato, la cocaina sequestrata e proveniente dall’America centrale e destinata alla Turchia. Il sequestro è giunto al termine di indagini condotte dalla mobile e coordinate dal procuratore di Reggio Ferdinando Cafiero De Raho, dall’aggiunto Michele Prestipino Giarritta e dal pm della Dda Alessandra Cerreti, in stretta sinergia con la Procura di Palmi, diretta da Giuseppe Creazzo. La cocaina, divisa in 148 panetti del peso di 1,3 chili ciascuno, era contenuta in sacchi di juta e plastica, nascosti tra altri sacchi contenenti caffè, in un container in transito imbarcato sul mercantile «Bellavia» battente bandiera delle isole Marshall.

 L’operazione si inquadra nell’ambito di un’ampia attività investigativa attraverso la quale, dopo una serie di riscontri documentali e controlli svolti sui container in transito nel porto di Gioia Tauro, è stato possibile individuare il carico di droga. Il container, una volta scaricato dalla nave, è stato portato nell’apposita area ispezioni nell’area doganale e controllato dai poliziotti. 

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?