Salta al contenuto principale

Bologna, calci e insulti all'arbitro
Daspo a giocatore cosentino

Calabria

Tempo di lettura: 
0 minuti 33 secondi

BOLOGNA – Oltre alla squalifica per cinque anni decisa dalla Federazione, un Daspo disposto dal questore di Bologna: è la misura arrivata ad un calciatore di una squadra di terza categoria, il Bo.Ca, responsabile di aver preso a pugni a fine gara l’arbitro che l’aveva espulso. Era successo nel campo sportivo Ferrari di via del Battiferro, lo scorso 10 aprile, dove si era giocata una partita di coppa tra Bo.Ca e Barca Reno. Il calciatore dilettante, originario di Cosenza, oltre a non poter giocare fino al 2018, non potrà neanche assistere, nè avvicinarsi ai luoghi dove si disputano partite di calcio, per due anni.

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?