Salta al contenuto principale

Rapinano anziano con deficit psichico
Arrestati due giovani a Reggio Calabria

Calabria

Tempo di lettura: 
1 minuto 1 secondo

REGGIO CALABRIA – Due giovani reggini di 24 e 20 anni, rispettivamente Sacha Ciliberti e Massimiliano Polimeni, sono stati arrestati dai Carabinieri che hanno eseguito l’ordinanza di custodia cautelare in carcere per aver rapinato un anziano affetto da deficit psichico. Il reato risale al 27 gennaio scorso, quando nel corso della notte i militari del Nucleo radiomobile sono intervenuti su richiesta di un cittadino in via Sbarre Centrali. Un anziano, mentre scendeva dall’autovettura, era stato brutalmente aggredito da alcuni giovani che lo avevano massacrato di botte sottraendogli 100 euro. L’avventore di un bar dove la vittima aveva chiesto aiuto, ha rincorso i malviventi che lo hanno affrontato colpendolo con calci, pugni e schiaffi. Entrambe le vittime, trasportate al pronto soccorso, hanno riportato una prognosi rispettivamente di 25 giorni per l’anziano, con fratture alle costole e un trauma cranico, e 5 giorni per l’amico, con un trauma inguinale. L’attività investigativa dei militari della Stazione Rione Modena, diretta dal maresciallo capo Andrea Levi, coordinata dal pm Miceli, è riuscita con difficoltà a raccogliere una dettagliata ricostruzione dalle due vittime, riuscendo a individuare i due presunti responsabili, che sono stati arrestati per rapina e lesioni personali aggravate in concorso. 

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?