Salta al contenuto principale

Corigliano, rissa in strada: un uomo
riempito di botte e poi accoltellato

Calabria

Tempo di lettura: 
3 minuti 11 secondi
origliano - La storia si ripete, l’ennesima rissa, allo scalo di Corigliano. È accaduto ieri sera, un gruppo di amici, una parola tira l’altra, un calcio, un pugno e uno di loro tira fuori un coltello e zac, ferisce .S.A., 35 anni, di Corigliano. C’è chi urla. Chi chiama i carabinieri che arrivano subito al comando del comandante Rubbo. Chi ha ferito l’uomo non si è curato neanche di chiamare i soccorsi, tant’è che l’ambulanza del 118 arriva subito dopo, solo perchè i sanitari sono stati avvisati da un passante che, dopo aver visto un uomo coperto di sangue a terra, ha pensato di dover portargli soccorso.
L’ambulanza è arrivata subito e per S.A. sono state diagnosticate ferite non gravi, ma di certo che hanno bisogno di cure. L’uomo è stato colpito da pugni e da un coltello. Lo hanno preso a testate, tant’è che ha riportato un’ematoma nella zona occipitale e parietale. Non contenti lo hanno accoltellato ad un braccio, il sinistro e alla spalla destra. 
Non si tratta di uno straniero e questo fa pensare appunto che la stessa rissa sia avvenuta appunto tra persone del posto. 
Di certo da tempo, anche gli stessi carabinieri hanno lanciato l’allarme, perchè le risse, soprattutto allo scalo sono sempre più frequenti. È come se si fosse impazziti e per nulla si arriva a colpire con pugni e coltelli. 
Sulla vicenda indagano i carabinieri. L’uomo ferito che è rimasto in ospedale, non ha rilasciato alcuna dichiarazione, i militari vogliono sapere da lui, appena sarà meglio di che cosa si tratta, che cosa è avvenuto allo scalo, di Corigliano. 
Se insomma è l’ennesima rissa per futili motivoi così come accade ormai da tempo in città.

CORIGLIANO (CS) - La storia si ripete, l’ennesima rissa, allo scalo di Corigliano. È accaduto ieri sera, un gruppo di amici, una parola tira l’altra, un calcio, un pugno e uno di loro tira fuori un coltello e ferisce S.A., 35 anni, di Corigliano. C’è chi urla. Chi chiama i carabinieri che arrivano subito al comando del comandante Rubbo. 

Chi ha ferito l’uomo non si è curato neanche di chiamare i soccorsi, tant’è che l’ambulanza del 118 arriva subito dopo, solo perchè i sanitari sono stati avvisati da un passante che, dopo aver visto un uomo coperto di sangue a terra, ha pensato di dover portargli soccorso.L’ambulanza è arrivata subito e per S.A. sono state diagnosticate ferite non gravi, ma di certo che hanno bisogno di cure. 

L’uomo è stato colpito da pugni e da un coltello. Lo hanno preso a testate, tant’è che ha riportato un’ematoma nella zona occipitale e parietale. Non contenti lo hanno accoltellato ad un braccio, il sinistro e alla spalla destra. Non si tratta di uno straniero e questo fa pensare appunto che la stessa rissa sia avvenuta appunto tra persone del posto. Di certo da tempo, anche gli stessi carabinieri hanno lanciato l’allarme, perchè le risse, soprattutto allo scalo sono sempre più frequenti. È come se si fosse impazziti e per nulla si arriva a colpire con pugni e coltelli. 

Sulla vicenda indagano i carabinieri. L’uomo ferito che è rimasto in ospedale, non ha rilasciato alcuna dichiarazione, i militari vogliono sapere da lui, appena sarà meglio di che cosa si tratta, che cosa è avvenuto allo scalo, di Corigliano. Se insomma è l’ennesima rissa per futili motivoi così come accade ormai da tempo in città.

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?