Salta al contenuto principale

Crollo del tetto in amianto, dopo le mascherine
il sindaco chiude anche le scuole a Vibo Marina

Calabria

Tempo di lettura: 
1 minuto 21 secondi

VIBO VALENTIA – Da lunedì 27 maggio sospesa l'attività scolastica con la chiusura di tutte le scuole a Vibo Marina. È quanto dispone in via provvisoria ed a scopo meramente precauzionale un’ordinanza del sindaco di Vibo Valentia, Nicola D’Agostino, in seguito al crollo parziale del tetto in amianto di un vecchio edificio ubicato nei pressi del porto. Al fine di evitare rischi per la salute della popolazione è stato sospeso anche il mercato settimanale del lunedì. Tutto ciò sino a quando non verrà ultimata la bonifica del sito e scongiurato l’inquinamento ambientale. 

Subito dopo il crollo, il primo cittadino aveva emesso una prima ordinanza in cui obbligava la popolazione residente nella frazione marina della città «di utilizzare, in aree esterne alle proprie abitazioni, mascherine di protezione per bocca e naso, di evitare di tenere aperti gli infissi esterni delle abitazioni o attività lavorative, di usare elettrodomestici aspira polveri e simili e non scope o altri attrezzi che sollevino polvere, fino a rientrato allarme». La decisione era stata presta per la «possibile aero-dispersione in atmosfera di fibra di amianto» dovuta al crollo parziale del tetto di un capannone sulla banchina. Da un sopralluogo dei tecnici dell’Azienda sanitaria provinciale dopo una comunicazione dei vigili del fuoco, infatti, «è emerso che il tetto presenta alcune lastre di amianto in grave stato di fatiscenza, essendo le stesse rovinate al suolo, frantumandosi, mentre altre lastre di amianto, ancora presenti sul bordo del tetto, anch’esse rotte e in procinto di cadere a terra». 

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?