Salta al contenuto principale

Isola C. Rizzuto, nella notte data alle fiamme
casa estiva dei parenti dell'ex sindaco Girasole

Calabria

Tempo di lettura: 
1 minuto 8 secondi

ISOLA CAPO RIZZUTO – Ignoti hanno incendiato, durante la notte, un fabbricato di proprietà dei familiari dell’ex sindaco di Isola Capo Rizzuto (Kr), Carolina Girasole. L'immobile, che si trova in località Capo Rizzuto, in una zona marina, ospita alcuni appartamenti occupati dal suocero, da un cognato e dalla famiglia della stessa Girasole. Le fiamme sono state appiccate al pianterreno, che funge da residenza estiva del suocero. Sul posto i Vigili del Fuoco ed i Carabinieri. Gli appartamenti incendiati sono due: quello intestato a Antonia Pugliese, cognata della Girasole e moglie di Francesco Arena, nipote del boss Nicola Arena; quello intestato al suocero della Girasole, Rosario Pugliese nello stesso stabile, ospita diversi appartamenti tra cui anche quello in cui la Girasole trascorre le vacanze estive e davanti al quale, nel luglio 2010, fu incendiata l'auto in uso a lei e al marito, Francesco Pugliese, imprenditore. L'incendio è stato scoperto stamane da un muratore incaricato di lavori di imbiancatura Sul posto carabinieri e vigili del fuoco Francesco Arena, così come il padre Raffaele fratello di Nicola, non hanno mai avuto a che fare con la giustizia. La Girasole, sindaco uscente, ricandidatasi, è arrivata solo terza alle elezioni vinte al primo turno dal candidato del centrodestra, Gianluca Bruno. In occasione delle ultime elezioni politiche era stata candidata alla Camera da Scelta Civica, il movimento di Mario Monti.

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?