Salta al contenuto principale

I carabinieri calabresi premiati per merito

Calabria

Tempo di lettura: 
2 minuti 31 secondi

CATANZARO – Servitori dello Stato che, nell'ultimo anno, si sono distinti in importanti operazioni di servizio. C'è il carabiniere che ha salvato una coppia dalla casa in fiamme, dopo l'esplosione di una bombola a gas, ci sono quelli che sono riusciti ad assicurare alla giustizia latitanti che da anni avevano fatto perdere le proprie tracce. Ma ci sono anche sottoufficiali che rappresentanto in pieno l'Arma dei carabinieri nel territorio, dopo anni di guida di un reparto. La cerimonia per il 199esimo anniversario della fondazione dell'Arma, che si è svolta a Catanzaro, ha permesso di scoprire tante storie. Ognuno dei militari premiati era accompagnato dai parenti: mogli, figli e genitori che hanno imparato a condividere la vita di sacrifici dei loro congiunti, come ha sottolineato anche il generale Adelmo Lusi, comandante della Legione Carabinieri Calabria.

Ecco l’elenco dei militari dell’Arma premiati in occasione delle celebrazioni del 199 annuale della Fondazione dell’Arma dei carabinieri: 
- Medaglia d’argento al valor civile concessa dal Presidente della Repubblica al carabiniere scelto Carmine Greco perché, libero dal servizio, a seguito dell’esplosione di una bombola di gas, si è introdotto nell’abitazione riuscendo a trarre in salvo un uomo anziano e la moglie (il 29 maggio 2009 a Corleto Manforte, Salerno);
- Attestato di pubblica benemerenza al merito civile concesso dal ministero dell’Interno all’appuntamento scelto Massimiliano Geracitano e al carabiniere Danilo Caltagirone, per aver salvato una donna dal suicidio (il 5 maggio 2010 Gioisa Jonica);
- Encomio solenne del comandante interregionale carabinieri “Culqualber” concesso al carabiniere scelto Pierluigi Tusiano ed al carabiniere Emanuele Raia, per la cattura di un latitante ( Province di Reggio Calabria, Catanzaro e Cosenza, dicembre 2011 – 14 luglio 2012);
- Encomio semplice del comandante della Legione carabinieri “Calabria” concesso al maresciallo Gennarino Borrino, all’appuntato scelto Salvatore Piantieri, ai carabinieri scelti Antonio De Nigris e Alfredo Cantore ed al carabiniere Sebastiano Troja, per la cattura di un latitante (Guardavalle e Badolato, dicembre 2011 – ottobre 2012);
- Encomio semplice del comandante della Legione carabinieri “Calabria” concesso al luogotenente Rosario Filippelli ed all’appuntato scelto Giuseppe Santo Marcucci, per avere indagato su un gruppo criminale dedito a furti, rapine ed estorsione (Corigliano Calabro, maggio – agosto 2012);
- Encomio semplice del comandante della Legione Carabinieri “Calabria” concesso al maresciallo capo Natale Di Nanni ed al carabiniere Alessandro Greco, per avere salvato due anziani da un incendio (Saracena (Cosenza), 02 novembre 2012);
- Medaglia d’oro al merito di lungo comando concessa ai luogotenenti Luigi Bisceglie e Sergio Ranieri ed al maresciallo aiutante sostituto ufficiale di pubblica sicurezza Vito Bilotta, per aver compiuto 20 anni di comando di reparto;
- Medaglia d’argento al merito di lungo comando concessa al maresciallo aiutante sostituto ufficiale di pubblica sicurezza Placido Bramato, per aver compiuto 15 anni di comando di reparto;
- Medaglia di bronzo al merito di lungo comando concessa ai marescialli capi Eugenio Schinina’ e Salvatore Sestito, per aver compiuto 10 anni di comando di reparto.

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?