Salta al contenuto principale

Fermati gli scafisti della sbarco di Roccella
Si tratta di due egiziani appena ventenni

Calabria

Chiudi
Apri
Tempo di lettura: 
1 minuto 3 secondi

ROCCELLA - Sono stati individuati e arrestati i due scafisti ritenuti responsabili dello sbarco di 160 migranti avvenuto di recente a Roccella Jonica. Nel corso della traversata una donna ha dato alla luce una bimba. Gli scafisti sono due egiziani rispettivamente di 19 e 20 anni. La Procura ha emesso nei loro confronti un provvedimento di fermo che oggi è stato convalidato. Le indagini sono state svolte dal commissariato di Siderno e dalla squadra mobile di Reggio Calabria. I due sono stati ritenuti responsabili del reato di favoreggiamento dell’immigrazione clandestina avendo svolto, per quanto emerso dagli accertamenti, il ruolo di “scafisti” dell’imbarcazione che trasportava il folto gruppo di immigrati. «Considerata la recrudescenza del fenomeno si legge in una nota della Questura - che ha fatto registrare ben tre sbarchi di clandestini nei primi quindici giorni di questo mese, lungo il litorale ionico della provincia reggina, è auspicabile che il risultato operativo raggiunto, qualora fossero confermate le responsabilità penali dei due presunti scafisti, possa svolgere un’azione preventiva al fine di arginare il fenomeno, che ha ormai assunto proporzioni preoccupanti, anche per risvolti di carattere sociale e di pubblica sicurezza connessi alla carenza di strutture idonee ad ospitare così tanti immigrati in poco tempo».

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?