Salta al contenuto principale

Spranghe e sassi sui poliziotti: migranti in rivolta
Contestano la vita nel centro Sant'Anna di Crotone

Calabria

Tempo di lettura: 
0 minuti 54 secondi

CROTONE - Un gruppo di immigrati ha dato vita, la notte scorsa, ad una rivolta all’interno del Centro di identificazione ed espulsione Sant'Anna di Isola Capo Rizzuto, nel crotonese. Negli scontri che ne sono scaturiti diversi agenti della Polizia di Stato, colpiti con spranghe di ferro e fatti oggetto di una fitta sassaiola, hanno riportato ferite e contusioni varie; alcuni rappresentanti delle forze dell'ordine sono stati trasportati in Ospedale per le cure necessarie, ad altri sono stati praticati punti di sutura nell'ambulatorio del Centro di accoglienza. Gli extracomunitari protestavano per le condizioni di vita all’interno del Centro. Solo alle prime luci dell’alba, grazie all’intervento delle forze dell’ordine, all’interno della struttura è stata riportata la calma. Non è la prima volta che nel centro di identificazione ed espulsione della città calabrese si verificano incidenti. Sono rimasti feriti cinque finanzieri e quattro militari dell'Esercito, che hanno avuto una prognosi di alcuni giorni tranne uno che ha prognosi di venti giorni. Le forze dell'ordine stanno visionando i filmati per risalire sui responsabili. 

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?