Salta al contenuto principale

Irrigava 1.600 piante di marijuana
Arrestato affiliato cosca nel reggino

Calabria

Tempo di lettura: 
0 minuti 42 secondi

CONDOFURI (Reggio Calabria) - Gli agenti del Commissariato di Polizia di Condofuri hanno eseguito un arresto in flagranza di reato di produzione di sostanze stupefacenti del tipo cannabis indica ai fini di spaccio e il sequestro di una piantagione di marijuana composta da oltre 1.600 piante, in ottimo stato, irrigate mediante impianto idrico collegato ad un pozzo azionato da un’elettropompa alimentata da un gruppo elettrogeno. 

L’arrestato, Francesco Cilione, un 31enne originario di Melito Porto Salvo, con precedenti per associazione per delinquere di stampo mafioso, ritenuto affiliato alla cosca di 'ndrangheta Talia di Bova Marina, è stato sorpreso ad irrigare la piantagione situata in una zona impervia nei pressi del torrente "Sideroni" nel comune di Bova Marina. L’uomo, dopo l'arresto, è stato condotto nella casa circondariale di Reggio Calabria in attesa dell’udienza di convalida.

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?