Salta al contenuto principale

Isola Capo Rizzuto, è infinita la scia di intimidazioni
Brucia l'auto pure al presidente del consiglio comunale

Calabria

Tempo di lettura: 
0 minuti 58 secondi

ISOLA CAPO RIZZUTO – Ennesimo atto intimidatorio ai danni di un rappresentante istituzionale in Calabria. Ignoti la notte scorsa hanno incendiato la Lancia "Musa" del presidente del Consiglio comunale di Isola Capo Rizzuto Antonio Frustaglia, 30 anni, eletto nella lista dell’Udc alle amministrative di maggio. Frustaglia, che si trova a Roma insieme al sindaco Gianluca Bruno, aveva lasciato l’auto parcheggiata di fronte all’abitazione dei genitori, nel centro di Isola Capo Rizzuto. 

L'episodio del quale è stato vittima il presidente del Consiglio comunale segue a breve distanza altri attentati ai danni di esponenti politici di Isola Capo Rizzuto. Durante la campagna elettorale era stata incendiata l’autovettura del candidato Pdl Gianluca Bruno, poi eletto sindaco, e le abitazioni al mare del consigliere comunale Carmine Timpa e del consigliere provinciale Raffaele Martino. Subito dopo il voto è stata data alle fiamme la casa di vacanza della famiglia dell’ex sindaco Carolina Girasole. «Qualcuno vuole alzare il livello della tensione nel paese per renderlo ingovernabile» ha dichiarato Antonio Frustaglia raggiunto telefonicamente a Roma. «Rispediamo al mittente questi messaggi, quasi tutti inviati ad esponenti del centrodestra».

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?