Salta al contenuto principale

Infiltrazioni nell'attività amministrativa
Sciolto per mafia il Consiglio comunale di Ardore

Calabria

Tempo di lettura: 
0 minuti 30 secondi

ARDORE (Reggio Calabria) - Il Consiglio dei ministri ha deliberato lo scioglimento del Consiglio comunale di Ardore, in provincia di Reggio Calabria, dove sono state riscontrate forme di condizionamento delle istituzioni locali da parte della criminalità organizzata. E’ quanto si legge nel comunicato di palazzo Chigi. La Prefettura di Reggio Calabria aveva disposto l'accesso al Comune l'11 settembre 2012, nominando la commissione presieduta dal vice prefetto aggiunto Emma Caprino e composta da altri due funzionari della Prefettura. Il Comune di Ardore era guidato dal sindaco Giuseppe Campisi, che era stato candidato con la lista civica "Per crescere ancora". 

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?