Salta al contenuto principale

Cosenza lancia le apps per Smart city
Servizi per viabilità e ambiente

Calabria

Tempo di lettura: 
2 minuti 21 secondi

COSENZA - Le nuove tecnologie vengono incontro al cittadino. A prendere in mano la situazione è l'assessorato all'Innovazione della città bruzia, guidato da Geppino De Rose che ha presentato ufficialmente due importanti applicazioni nell'ambito del progetto Smart City. Le due apps sono frutto del rapporto di collaborazione, avviato da tempo tra il Comune di Cosenza e il Centro di competenza ICT Sud, presieduto da Domenico Saccà, nell’ambito del progetto Tetris attraverso le società H2I srl e TSC Consulting Srl. Andando nello specifico, la prima è un’applicazione per l’infomobilità attraverso la quale sarà possibile al cittadino visualizzare su mappa le fermate dell’Amaco più vicine. La prima schermata consente di geo-localizzarsi e scaricare direttamente dai server le informazioni aggiornate. Una volta selezionata una specifica fermata, si potrà visualizzarne i dettagli, riguardanti il nome e le rispettive linee che transitano dalla fermata con i tempi di arrivo. Per ogni linea,sarà possibile visualizzare anche le fermate successive, in modo da poter ricostruire un percorso utile per spostarsi con i mezzi pubblici. Nella sua prima versione l’App per l’infomibilità sarà rilasciata, dalla prossima settimana, solo per iPhone/iPad. 

La seconda applicazione presentata dall’Assessorato all’Innovazione si chiama, invece, “Green Steps” e consente di monitorare i percorsi quotidiani e di verificarne l’impatto ambientale. E’ un progetto finalizzato proprio al monitoraggio del pendolarismo e allo studio delle emissioni nell’area urbana del Comune. In questo caso, i cittadini potranno scaricare l’applicazione per smartphone (Android e iPhone) che permetterà di valutare l’impatto ambientale dei propri viaggi, in base al mezzo di trasporto, alla distanza del viaggio e alla strada scelta. Al termine del viaggio, l’app fornirà un punteggio che potrà essere condiviso sui principali social network, consentendo la diffusione di informazioni utili al rispetto e alla cura dell’ambiente. Grazie a “Green steps”, inoltre, i cittadini potranno proporre idee e suggerimenti su come ridurre l’impatto ambientale nella propria città. Soddisfatto De Rose che afferma come «Da un lato si riuscirà ad interagire con la piattaforma dei servizi di mobilità urbana e a capire sostanzialmente l’offerta», mentre dall'altro «si mira a sensibilizzare e a promuovere i comportamenti virtuosi in materia di sostenibilità ambientale, perché tenere sotto controllo le emissioni di CO2 serve ovviamente, rispecchiando le strategie del sindaco Mario Occhiuto, a creare le premesse per far sì che i dati, rilasciati in formato Open data, diventino una preziosa fonte attraverso la quale ricercatori, aziende e Amministrazioni, possano studiare soluzioni o alternative legate alle specificità del territorio»

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?