Salta al contenuto principale

La marijuana non mancava mai, scoperto mercato
con vendite continue. Coinvolte 12 persone a Lamezia

Calabria

Tempo di lettura: 
1 minuto 14 secondi

LAMEZIA TERME - I Carabinieri della Compagnia di Lamezia Terme hanno eseguito 12 ordinanze nell’ambito di un’indagine sulla detenzione e lo spaccio di sostanze stupefacenti nel quartiere Sambiase della città calabrese. L’indagine è stata condotta dall’ottobre al dicembre del 2012. L’operazione è scattata questa mattina ed ha visto circa 50 uomini dell’Arma impegnati in notifiche e perquisizioni delegate. Gli accertamenti degli investigatori, condotti mediante metodi sia tecnici che tradizionali, avrebbero evidenziato l’attività illecita posta in essere da un gruppo di ragazzi, tra cui una donna. Il gruppo operava all’interno del quartiere Sambiase, utilizzando come base logistica una vecchia casa disabitata (da qui il nome in codice "Old home" dato all’operazione). 

Mediante un’accurata suddivisione dei ruoli l’organizzazione riusciva ad assicurarsi una disponibilità giornaliera marijuana e, utilizzando strumenti utili al confezionamento, garantiva una quotidiana attività di distribuzione capillare sul territorio e nei confronti di diversi minorenni. Sono stati sottoposti alla misura degli arresti domiciliari Francesco Carrozza, 20 anni; M. F., 19, e M.M., pure diciannovenne. Altre 9 persone sono state sottoposte alla misura cautelare dell’obbligo di dimora nel comune di Lamezia Terme con il divieto di allontanarsi dalla loro abitazione dalle 21 alle 7. Si tratta di Giuseppe Carrozza, di 25 anni, Vincenzo Ruberto di 28, Giuseppe Coccimiglio, di 22 Cristian Torcasio di 22, Bruno Cuda di 21, Mohamed Hajji di 21, R.D. di 19, C. O. Pure di 19, Charaf Byaz di 24 anni.

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?