Salta al contenuto principale

Allarme criminalità nel Soveratese
Assemblea con sindaci e istituzioni

Calabria

Tempo di lettura: 
0 minuti 53 secondi

SOVERATO (CZ) - Lanciare un grido d'allarme, perché la criminalità organizzata sta soffocando i territori. Riunito nella sala consiliare del Comune di Soverato, il "comitato per la legalità e sviluppo del basso Ionio e Preserre" ha provato a trovare una via d'uscita. All'iniziativa erano presenti diversi rappresentanti delle istituzioni locali e personalità del mondo ecclesiastico: dal prefetto al questore, da tantissimi sindaci e politici al vescovo di Catanzaro-Squillace Vincenzo Bertolone. E tra i presenti c'era anche il sottosegretario ai servizi segreti Marco Minniti. 

Ma soprattutto c'era un mare di pubblico a discutere del tema della legalità di fronte all'offensiva criminale. Ed è proprio alla gente onesta che il Comitato ha voluto rivolgersi: «E' necessario un patto per la legalità, che ci consenta di estirpare il male di questa terra: la mafia», ha detto Michele Drosi, sindaco di Satriano. «L'illegalità - ha chiosato monsignor Bertolone - rappresenta il più grande male. Ma non bastano solo convegni: è necessaria un'azione quotidiana da parte di tutti noi»

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?