Salta al contenuto principale

Mare sporco, blitz di Goletta Verde a Crotone
esposta la bandiera nera davanti al depuratore

Calabria

Tempo di lettura: 
0 minuti 55 secondi

CROTONE – Bandiera nera con blitz alla Soakro. La querelle sulla depurazione e sul mare sporco d’estate  si riaccende mentre la città è senz’acqua da due giorni per una rottura. Stamattina un gruppo di attivisti di Legambiente e  Goletta Verde ha attaccato la caratteristica bandiera nera col teschio sui cancelli di Soakro con un blitz che si è consumato in pochi minuti, verso le 10 del mattino. 

Come si ricorderà, il depuratore è oggetto di controlli  da parte della Guardia di Finanza, dopo l’accertamento di alcuni dati microbiologici allarmanti nel torrente Papaniciaro. Alla Soakro, società a totale partecipazione pubblica, qualche mese fa è stata restituita la gestione dell'impianto, dopo il sequestro e la gestione provvisoria affidata proprio al sindaco di Crotone Peppino Vallone, che negli anni scorsi ha anche lui ricevuto l’”ambita” Bandiera nera per problemi connessi all’abusivismo del Parco archeologico di Capo-colonna. Non poteva ricevere un’accoglienza più adeguata Goletta Verde stamane attraccata al Porto crotonese per dire “No alle trivelle”.  

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?