Salta al contenuto principale

Cosenza, torna a importunare una donna
Lei chiama il 113: arresto per stalking

Calabria

Tempo di lettura: 
0 minuti 59 secondi
Cosenza, 14 lug. (Adnkronos) - I poliziotti della squadra volante di Cosenza hanno armato ieri sera un cittadino iracheno per il reato di stalking e violazione del divieto di dimora sul territorio di Cosenza imposto dal gip bruzio. A.A.A. , 33 anni, voleva a tutti costi lasciare delle lettere a una donna italiana che aveva già formalizzato diverse denunce nei suoi confronti, salutandola e sbeffeggiandola. E’ stata lei stessa e chiamare il 113 e la volante della Polizia, giunta sul posto, ha arrestato lo straniero cogliendolo in flagranza di reato. 

COSENZA - I poliziotti della squadra volante di Cosenza hanno armato ieri sera un cittadino iracheno per il reato di stalking e violazione del divieto di dimora sul territorio di Cosenza imposto dal gip bruzio. 

L'uomo finito in manette, A.A.A. di 33 anni, voleva a tutti costi lasciare delle lettere a una donna italiana, salutandola e sbeffeggiandola. Si tratta della stessa donna che  che aveva già formalizzato diverse denunce nei suoi confronti. E’ stata lei stessa, anche questa volta, a chiamare il 113 e la volante della Polizia, giunta sul posto, ha arrestato lo straniero cogliendolo in flagranza di reato. 

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?