Salta al contenuto principale

Autopsia sul corpo di Tavella
Nessun collegamento con omicidio

Calabria

Tempo di lettura: 
1 minuto 3 secondi

VIBO VALENTIA - Non vi sono tracce di colpi d’arma da fuoco sul corpo di Michele Tavella, 38 anni, morto il 6 luglio scorso nelle campagne di San Giovanni di Mileto, nel Vibonese, dopo essersi ribaltato col trattore. Ad ordinare la riesumazione della salma di Tavella per procedere all’autopsia è stata la Procura di Vibo a seguito dell’omicidio di Giuseppe Mesiano, 60 anni, ucciso il 18 luglio scorso con sei colpi di pistola. Gli investigatori non scartavano l’ipotesi che l'omicidio di Mesiano potesse essere in qualche modo collegato alla morte di Tavella. L’autopsia ha però confermato che Tavella è deceduto a seguito dello schiacciamento col trattore, così come stabilito nell’immediatezza dal solo esame esterno del cadavere, senza quindi alcun colpo d’arma da fuoco. Cade dunque la pista di un possibile legame fra le due morti, alimentata anche dal fatto che Fortunato Mesiano, figlio di Giuseppe Mesiano, nel maggio scorso è stato arrestato con l'accusa di tentato omicidio ai danni proprio di Michele Tavella. Giuseppe Mesiano era inoltre il padre di Francesco Mesiano, il giovane che ha scontato 20 anni per concorso nell’omicidio del bimbo americano Nicolas Green, ucciso nel settembre del 1994 sull'A3 in un fallito tentativo di rapina.

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?