Salta al contenuto principale

Marito e moglie gestivano spaccio cocaina
Arrestati nel reggino con 19 grammi di stupefacente

Calabria

Tempo di lettura: 
0 minuti 55 secondi

ROSARNO (Reggio Calabria) - Marito e moglie avrebbero gestito l'attività di spaccio di sostanze stupefacenti, ma sono stati bloccati e arrestati dai carabinieri della Tetenza di Rosarno e dello squadrone eliportato Cacciatori Calabria. In manette sono finiti Antonio Lemma, 27 anni, già noto alle forze dell'ordine, e Anna Cutrì, 23 anni. Nella loro abitazione i militari dell'Arma hanno rinvenuto, nascosti in un mobile, 19 grammi di cocaina, già suddivisi in dosi e pronti per lo smercio, nonché la somma di 4.000 euro circa, ritenuta provento di pregressa attività di spaccio. Lo stupefacente ed il denaro rinvenuti sono stati sequestrati. Lemma è stato condotto in carcere, mentre la moglie è stata sottoposta agli arresti domiciliari. 

Sempre nel reggino, nell'ambito dei controlli antidroga attuati dal Comando provinciale dell'Arma, è stata scoperta una piantagione di canapa indiana, composta da circa 50 arbusti in buono stato di maturazione. Sono stati i carabinieri della stazione di Castellace di Oppido Mamertina e dello squadrone eliportato Cacciatori Calabria a rinvenire le piante in un'area demaniale. Sono in corso le indagini, coordinate dalla Procura di Palmi, per risalire agli autori.

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?