Salta al contenuto principale

A giudizio ex consigliere comunale
Avrebbe avuto accordi con cosche

Calabria

Tempo di lettura: 
1 minuto 6 secondi

REGGIO CALABRIA - Il gup di Reggio Calabria ha rinviato a giudizio l’ex consigliere comunale della città dello Stretto Dominique Suraci (all’anagrafe Domenico Giovanni), coinvolto nell’indagine 'Sistema' della Direzione distrettuale antimafia. Secondo quanto emerso dall’attività investigativa, Suraci avrebbe stretto accordi con diverse cosche di Reggio Calabria per la fornitura di beni nei sei supermercati che gestiva in città, consapevole della spartizione territoriale delle diverse componenti criminali sul territorio. Avrebbe inoltre agevolato un patto tra la finanziaria Finreggio riconducibile a Santo Crucitti e Mario Chilà (ritenuti rispettivamente il capo e il luogotenente del locale di 'ndrangheta di Condera Pietrastorta) e la società mista Multiservizi (il cui direttore operativo Giuseppe Rechichi è in carcere per associazione mafiosa) ottenendo benefici in termini di voti alle elezioni comunali del 2007. 

Insieme a Suraci compariranno al processo, che inizierà il 15 ottobre, Vincenzo Ferrigno, Saloua Senia, Giuseppe Crocè, Fortunata Barbara Crocè, Francesco Crocè, Michele Crudo, Carmine Polimeni, Domenico Polimeni, Pasquale Utano, Marcello Brunozzi, Rodolfo Diani, Luciano Falcomatà, Antonino Monorchio, Giuseppe Rocco Rechichi, Costanza Ada Riggio, Mario Giglio, Rocco De Angelis, Antonio Cotugno e Francesca Calafiore. Il gup si è dichiarato incompatibile per le posizioni di Vincenzo Lo Giudice e Carmelo Ghislanzoni, e ha inviato gli atti a Milano.

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?