Salta al contenuto principale

Derivato sottoscritto dalla Provincia di Catanzaro
Procura acquisisce atti per indagine su 216 milioni

Calabria

Tempo di lettura: 
0 minuti 57 secondi

CATANZARO  - La Procura della Repubblica ha acquisito una serie di documenti relativi al derivato sottoscritto nel 2007 dalla Provincia di Catanzaro. I documenti sono stati acquisiti nella Banca Opi, che aveva il servizio di tesoreria dell’Ente. La documentazione è finalizzata ad accertare le procedure relative alla sottoscrizione del derivato ed al quadro finanziario. Il materiale è ora al vaglio del sostituto procuratore della Repubblica di Catanzaro, Domenico Guarascio, che coordina l’attività investigativa. Nel 2007 la Provincia di Catanzaro aveva contratto dei mutui con la Cassa Depositi e Prestiti per un importo di 216 milioni di euro. 

In questo ambito la Banca Opi, che aveva il servizio di tesoreria con l’Ente, sottoscrive con la Dresdner Ban il derivato. Successivamente lo swap viene assunto dalla Provincia con una determina dirigenziale. Con il passare dei mesi la Procura di Catanzaro ha acquisito una relazione della Corte dei Conti nella quale si fa riferimento proprio al derivato sottoscritto dalla Provincia. Gli inquirenti hanno poi ricostruito le modalità dell’operazione finanziaria giungendo alla società finanziaria Alfafin, con sede in Liechtenstein, dove è finita la commissione per il derivato.

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?