Salta al contenuto principale

Droga, rapine, furti e violazioni di sorveglianza
Cinque arresti e vari sequestri a Reggio

Calabria

Tempo di lettura: 
1 minuto 44 secondi

REGGIO CALABRIA - Cinque arresti sono stati eseguiti nel corso della fine settimana appena trascorsa dai Carabinieri della Compagnia di Reggio Calabria, che hanno eseguito controlli a tappeto nei quartieri di Modena e Archi. Nel rione Modena i militari della locale stazione, diretta dal maresciallo capo Andrea Levi, hanno eseguito quattro misure cautelari, due in carcere e due ai domiciliari, per rapine e furti in abitazione. Un marocchino di 23 anni, Jennane Abdeluoahab, è stato condotto in carcere con l’accusa di rapina impropria in abitazione ai danni di un cittadino filippino. Quest’ultimo è rientrato in casa mentre i malviventi erano ancora intenti a svaligiare la sua abitazione, i rapinatori vistisi scoperti hanno reagito con violenza percuotendo il malcapitato. Ancora i militari della stazione Rione Modena hanno condotto agli arresti domiciliari due reggini, Alessandro Vigo e Marilena Vigo, rispettivamente di 32 e 40 anni, accusati di un furto in abitazione messo a segno lo scorso 5 aprile ai danni di un anziano. Olindo Biondi, 40enne reggino, è stato arrestato e condotto in carcere per furto aggravato dalla recidiva al termine di un’indagine condotta dai carabinieri della Stazione Principale, diretta dal luogotenente Cosimo Sframeli, insieme ai colleghi delle stazioni Modena e Archi, che hanno recuperato la refurtiva, un portafogli e un porta documenti, che era stata rubata a una dipendente della motorizzazione civile all’interno degli uffici aperti al pubblico. Infine un reggino di 42 anni, Fabio Morabito, è stato arrestato dai militari dell’aliquota radiomobile, diretta dal maresciallo capo Andrea Romano, per violazione degli obblighi della sorveglianza speciale, sorpreso a circolare in motorino con un noto pregiudicato. Nel corso dei controlli a tappeto disposti dal comandante della Compagnia cittadina, capitano Pantaleone Grimaldi, è stato rinvenuto anche un cospicuo quantitativo di sostanza stupefacenti. La droga, nascosta all’interno dei cassonetti dell’immondizia di un sottoscala di un palazzo, era stata già confezionata nel cellophane. Complessivamente sono stati sequestrati 115 grammi di marijuana e 45 di cocaina. In un altro luogo, occultate alla vista, tra i cespugli sono state rinvenute 19 cartucce calibro 12 in ottimo stato di conservazione.

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?