Salta al contenuto principale

Verona, fermati in auto un calabrese e uno svizzero
Erano in possesso di armi sospette: arrestati

Calabria

Tempo di lettura: 
1 minuto 24 secondi
VERONA, 14 AGO - I carabinieri di Verona hanno arrestato uno svizzero e un calabrese trovati in possesso di due pistole, una di produzione cecoslovacca e l’altra rubata a Verona. I due sono stati fermati per un controllo all’uscita del casello autostradale di Verona Nord.
Nel vano motore dell’auto su cui i due viaggiavano, i militari hanno trovato la pistola cecoslovacca con matricola abrasa e 22 cartucce. Nell’abitazione di uno dei due, residenti nella provincia di Rovigo, l’Arma ha sequestrato anche una pistola con 10 cartucce rubata a novembre 2008 in un comune della provincia scaligera.
Entrambe le armi sono state sottoposte a sequestro e verranno inviate al Ris di Parma per essere sottoposte alle analisi balistiche, che ne accerteranno l’eventuale utilizzo. I due sono stati rinchiusi nel carcere di Montorio. 

VERONA - I carabinieri di Verona hanno arrestato un uomo di nazionalità svizzera e un calabrese trovati in possesso di due pistole, una di produzione cecoslovacca e l’altra rubata a Verona. I due sono stati fermati per un controllo all’uscita del casello autostradale di Verona Nord.

Nel vano motore dell’auto su cui i due viaggiavano, i militari hanno trovato la pistola cecoslovacca con matricola abrasa e 22 cartucce. Nell’abitazione di uno dei due, residenti nella provincia di Rovigo, i carabinieri hanno sequestrato anche una pistola con 10 cartucce rubata a novembre 2008 in un comune della provincia scaligera.

Entrambe le armi sono state sottoposte a sequestro e verranno inviate al Ris di Parma per essere sottoposte alle analisi balistiche, che ne accerteranno l’eventuale utilizzo. I due sono stati rinchiusi nel carcere di Montorio. 

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?